Quaderno di crescita personale 9/impegno

La parola di oggi: impegno

Molte persone solo all’idea di ciò che comporta prendersi un impegno si scoraggiano e rinunciano eppure c’è un famoso adagio che dice: “chi porta a termine i propri impegni ha il mondo in mano”.

Pensateci un po’: le persone che se gli affidi un compito lo porteranno a termine, persone a cui dai un appuntamento arriveranno puntuali, persone che ricordano il tuo compleanno e così via sono persone affidabili. Tu stesso tra scegliere di far fare una cosa all’amico svampito o a quello preciso preferisci sempre il secondo. Perché non potresti esserlo proprio tu? Oppure già lo sei?

In entrambi i casi ci saranno situazioni in cui è importante prendere un impegno, ma se sei qualcuno allergico alla sola parola magari è ora di prendere una decisione. Più impegni riesci a prendere e più riesci ad assolverli tanto più il livello di soddisfazione e gratificazione aumenta!

Esercizio 1:

Quali sono gli impegni che fai fatica ad assolvere?

Esempi:

Essere puntuali

Smettere di fumare

Perdere peso

Imparare una lingua….

Fai un elenco dei primi cinque in ordine di importanza.

1………………………………………………………………………………..

2………………………………………………………………………………..

3………………………………………………………………………………..

4……………………………………………………………………………….

5……………………………………………………………………………….

Chiediti perché ti viene difficile assolverli.

Esercizio 2:

prendi dal tuo elenco da uno a tre situazioni (dipende da quanto vuoi metterti in gioco, ma io comincerei da uno!) in cui hai difficoltà ad impegnarti e prova per una settimana.

Poi vedi se sei riuscito a mantenere l’impegno e che difficoltà hai incontrato o se magari è stato più semplice del previsto e naturalmente affida il tutto al tuo diario!

Fiducia e Mindfulness

La fiducia è la sensazione di certezza o convinzione che le cose possono svolgersi in un contesto affidabile di ordine ed integrità. Forse non comprendiamo sempre cosa accade a noi e agli altri o la ragione di una particolare situazione, ma se abbiamo fiducia in noi stessi, in qualcun altro, o ci affidiamo ad un procedimento o ad un ideale, possiamo trovare un forte elemento stabilizzante che comprende sicurezza, equilibrio e franchezza che, che se non sono basati sull’ingenuità, in un certo senso ci guidano e proteggono intuitivamente dal male e dall’autodistruzione.

per post fiducia

Nella pratica della consapevolezza è importante coltivare il senso di fiducia, perchè se non confidiamo nella nostra capacità personale di ossevare, essere aperti e attenti, riflettere sull’esperienza, crescere e apprendere dall’osservazione e dall’applicazione , ci riuscirà molto difficile sviluppare una qualsiasi fra queste capacità, che appassiranno e rimarranno nello stato latente.

Un aspetto della pratica della consapevolezza è coltivare un atteggiamento fiducioso. Iniziamo con l’indagare profondamente sulle nostte sicurezze interiori.Se non riusciamo a stabilire immediatamentesu che cosa possiamo fare affidamento dentro di noi, forse abbiamo bisogno di esaminarci più a fondo, di autoconfrontarciun pò più a lungo in tutta tranquillità e limitandoci ad “essere”.

Se siamo inconsapevoli per la maggior parte del tempo di ciò che facciamo e non siamo particolarmente soddisfatti  di come si svolge la nostra vita, forse è il momento di prestare maggiore attenzione, di essere più presenti a noi stessi, di valutare le nostre scelte e le loro conseguenze nel futuro.