Vivere in costante cambiamento: opportunità o stress ?

Ancor prima di venire al mondo subiamo cambiamenti. Dapprima solo fisici, poi psicologici ed infine anche sociali/relazionali. Il costante cambiamento è un fatto innegabile per l’essere umano. Perché si fa così fatica ad accettare il fatto che la nostra esistenza sia composta da cicli, fasi e tappe? In senso evolutivo cambiare significa crescere e non può rappresentare qualcosa di cui avere paura. Spesso ci si aggrappa al passato, ma ciò impedisce di vivere bene il presente e non accettare il futuro. Non è facile accettare la fine della giovinezza o altri importanti cambiamenti poiché questo genera incertezza. Ogni cambiamento genera una crisi e la risoluzione dipende in gran parte dal modo in cui l’affrontiamo.

Alcuni cambiamenti, e le relative crisi, sono inevitabili quali andare a scuola per la prima volta, il menarca per le ragazze, le perdite che subiamo durante la vita, ma anche affrontare una malattia, i cambiamenti fisici e psicologici di una gravidanza o della menopausa o la perdita del lavoro non sono vissuti allo stesso modo dalle persone.

32955262_2028835340692066_6209243256438390784_n

Alcuni cambiamenti  fanno male, arrivano all’improvviso ci trovano impreparati. Un errore che spesso si compie è quello di combattere il cambiamento : è il modo migliore per perdere e …soffrire. Il cambiamento va accettato. Ci deve attraversare. Solo così possiamo coglierne le potenzialità. Più ci si oppone, più si perde tempo, più ci si fa male. Affrontate l’incertezza del cambiamento come un’ opportunità. Non piangete, non “sbattete la testa al muro”, ma aprite gli occhi e guardate con coraggio e fiducia ciò che sta accadendo. Ci sono persone che trovandosi ad affrontare una tremenda malattia o una dolorosa perdita si scoprono forti in misura tale da essere di aiuto agli altri e dare grandi lezioni di vita grazie al loro ottimismo.

Questo non significare non soffrire, non sentirsi spiazzati e non sentire la terra franare sotto i piedi, ma passato il primo momento di sconforto è necessario affrontare la realtà mettendo in conto anche i tanti momenti bui che arriveranno quando sarete stanchi e sfiduciati. Se avete chiaro che il fine della vita è quello di essere felici, capirete che è necessario cercare nuove strade, nuove opportunità. Certo una buona dose di fiducia personale, di autostima e determinazione sono di grande aiuto per uscire dalla zona di confort.

I cambiamenti spesso sono necessari per imparare e crescere, ma fondamentale per trovare strumenti ed opportunità è cambiare il punto di vista.

Che cos’è la PNL? (Programmazione Neuro Linguistica)

La sigla contiene già la risposta: neuro si riferisce alla mente e a come la organizziamo e linguistica si riferisce a tutto ciò che attiene al linguaggio, il modo in cui lo usiamo e la sua influenza su di noi. Programmazione ha a che fare con la sostituzione di comportamenti ripetitivi con azione finalizzate allo scopo. La PNL ha un carattere pratico  e riguarda l’esperienza. PNL significa arricchiere la propria visione del mondo. Riguarda il collegamento tra i nostri pensieri e le nostre azioni che ci collegano al mondo ed alla nostra dimensione spirituale.

Il punto di partenza sono la curiosità e l’attrazione per le persone. La materia di studio è la struttura dell’esperienza soggettiva: in che modo agiamo? In che modo pensiamo o impariamo? La PNL  esamina il nostro modo di agire e di pensare modellando risposte adattive e di qualità.

pnl

Il corpo e la mente sembrano statici eppure cambiano continuamente. I pensieri e la fisiologia del corpo sono sttettamente correlati infatti la natura dei nostri pensieri si ripercuote sulla fisiologia mentre la salute ed il benessere del corpo influenzano i pensieri. Mente, corpo e spirito si fondono nelle nostre convinzioni e ciò in cui crediamo influisce profondamente su pensieri ed azioni. La PNL considera le credenze non in termini di giusto o sbagliato, ma di utili o inutili.

Come fa un comportamento a divenire una competenza? L’acquisizione passa da quattro fasi: nella prima INCOMPETENZA INCONSCIA non siamo in grado di fare qualcosa, non ci abbiamo mai pensato o provato. Poi proviamo , questa azione inizia ad entrare nel nostro comportamento,ma ci rendiamo conto che non siamo  bravi. La fase dell’INCOMPETENZA CONSCIA è cominciata. In questo stadio si apprende molto ed è fondamentale. Segue la COMPETENZA CONSCIA in cui abbiamo imparato a fare una certa cosa con attenzione, infine raggiungiamo un altro livello che è rappresentato dalla COMPETENZA INCONSCIA in cui svolgiamo l’azione con facilità senza pensarci. Esiste un altro stadio che è quello della MAESTRIA ovvero quando si diventa molto bravi ad eseguire determinate azioni. Ciò che interessa la PNL sono i due stadi  mediani coscienti che possono essere appresi in modo più accellerato.

Basata sull’integrazione di varie discipline la PNL è un sistema di sviluppo personale tra i più veloci ed efficaci che aiuta a capire ed usare consapevolmente le dinamiche e i meccanismi del comportamento umano. Utile nello sport, nel mondo degli affari e nei rapporti personali aiuta ad essere positivi e a predisporre a raggiungere obiettivi di eccellenza.

 

Se questo articolo ti ha interessato puoi approfondire su “Manuale di PNL”  Ed. Il Punto d’incontro.