Imparare a piacersi di più … e quindi anche agli altri!

Una persona sicura è disinvolta, non teme le critiche, impara dagli errori, ma prima di tutto si vuole bene.

La chiave per piacersi di più nasce tutto da queste due semplici paroline: volersi bene! Se ci si vuole bene si ama il proprio corpo e se ne prende cura. Attività fisica e corretta alimentazione sono i capisaldi. Dedicare un po’ di tempo al giorno ad un minimo di attività fisica adatta all’età ed al proprio fisico aumenta le endorfine, oltre che bruciare calorie, con ottimi risultati sull’umore. Mangiare in modo sano permette al corpo e quindi al cervello di lavorare bene. Mangiare sano non significa privarsi di tutto, ma concedersi degli extra una volta a settimana come premio, se lo facciamo tutti i giorni non sono più extra, ma la norma! Molte delle nostre insicurezze nascono da un corpo che non ci piace, ma l’unico modo che abbiamo per migliorarlo è amarlo!

Imparare ad indossare gli abiti con taglio e colore che valorizzano e non solo quelli di moda. Riconoscere eventuali difetti ed evidenziare i pregi con capi adatti al nostro corpo e alla nostra personalità nonché al nostro lavoro!

52513899_366294990622834_6654250702082146304_n

Evitare gli eccessi, nel mangiare, nel fare, nel parlare, nel divertirsi, il troppo storpia in ogni caso e se ci vogliamo bene sappiamo anche che non serve stressarci per divertirsi  per forza, il corpo a volte ha bisogno di un ALT ben deciso e la mente ha bisogno di riflettere nel silenzio.

Essere amico di tutti mantenendo la propria personalità. Circondarsi di persone positive con le quali condividere e di persone più brave e capaci per imparare ogni giorno qualcosa di più.

Imparare a ridere, per la precisione prendere con ironia gli incidenti di percorso, una sbadataggine, una parola non gradita. Diventa più semplice affrontare ogni cosa e il mondo appare più leggero.

Essere sinceri paga. Non significa raccontare tutto a tutti, ma raccontare le cose come stanno senza nascondere eventuali errori o mancanze questo evita di stare sempre in ansia e di commettere errori su errori. Si rispetta una persona sincera ed etica e non viene mai messa in dubbio al contrario di chi ha la fama di essere inattendibile.

Il sano egoismo ovvero: amare se stessi

Diceva Oscar Wilde “Amare se stessi è l’inizio di una storia d’amore lunga tutta la vita”  eppure nella mia pratica quotidiana riscontro che in molti trovino più facile amare gli altri piuttosto che se stessi.

Sicuramente ci sono diversi modi per amare se stessi ed aumentare la propria autostima nella vita di tutti i giorni. Indipendentemente da quali siano le ragioni di questa mancanza di amor proprio, bisognerebbe sempre prendersi cura di se e regalarsi tutto l’amore meritato.

Il primo passo è quello di conoscere te stesso: è impossibile amarsi se non sai chi sei! Per comprenderti meglio investi nella scoperta di ciò in cui credi, nei tuoi valori e nei tuoi progetti. Fondamentale è anche stabilire i propri confini così gli altri capiranno quanto meriti e ti porteranno rispetto. Ne consegue che dovrai imparare a dire no più spesso di quello che fai adesso.

me

Ricorda che le altre persone non sono meglio o peggio di te, sono solo diverse. Tu hai un valore prezioso così come sei e accettare te stesso comporta che non hai bisogno di paragonarti agli altri.

Impara a darti delle priorità  mettendo al primo posto le cose più importanti, lasciando andare quelle che lo sono meno, ma senza sentirti in colpa. Riposare è rigenerante, è la corretta base di partenza per la cura di sé e non è una perdita di tempo!

Cerca di conoscere i tuoi punti di forza per sfruttarli al meglio e conosci quelli deboli per migliorarti un poco ogni giorno. Sii onesto con te stessa. E’ un valore che pratichi con gli altri cerca di farlo verso di te per primo. Impara ad accettare che si possono fare errori. Errare è normale e fanno parte di ciò che sei, ma ogni giorno puoi cercare di imparare una nuova strategia.

Non sprecare del tempo prezioso per accontentare delle persone che sono impossibili da soddisfare oppure che, semplicemente, non sono poi così importanti per te.
Essere se stessi significa, delle volte, rinunciare a compiacere tutti ed abbracciare il proprio autentico modo di essere.

Non rifuggire da sentimenti di disagio come la rabbia e la tristezza, ma esprimili in modo sano perché se li neghi è come se evitassi una parte di te.  Un altro modo per prendersi cura di sé è riconoscere quando si ha bisogno di supporto, perché chiedere un aiuto non è sinonimo di debolezza ma di umanità. Tutti, almeno per una volta, ne hanno avuto bisogno.
Frequenta solo persone positive: a volte amare se stessi significa evitare quelle relazioni dannose che minacciano la salvaguardia del proprio bene.

Ricorda sempre che amare se stessi vuol dire sentire nel profondo di avere a cuore se stessi interamente, le proprie emozioni, il proprio benessere fisico ed emotivo.