Piccoli trucchi per recuperare la positività

Per qualcuno “pensare positivo” è più facile che per altri. Anche per queste persone è possibile che alcune situazioni o sensazioni diano la sensazione di svilimento e facciano vivere la vita con sentimenti di tipo depressivo. Per altri il concetto di “positive mind” è qualcosa di nebuloso…per tutti alcuni semplici consigli per recuperare l’energia e la positività.  Non fatevi abbattere dalla sensazione “giù di corda” e reagite:

Per prima cosa cercate di fare qualcosa di manuale come ad esempio aggiustare un oggetto. Che sia cambiare una lampadina o attaccare un bottone poco importa è importante per la concentrazione, contribuisce ad aumentare la fiducia in se stessi ed offre un senso di controllo.

PER POST POSITIVITY

Imparate a fare qualcosa per voi stessi ogni giorno. Nella vita di tutti i giorni specie le mamme e le donne mettono se stesse in “fondo alla lista” E’ora di dare priorità ai propri bisogni e necessità. A volte vasta davvero poco: farsi un piccolo regalo  (non necessariamente costoso!) , prendere uno spazio relax (dal parrucchiere o un’oretta per un massaggio..), anche solo prendere un caffè in giardino o sulla terrazza sfogliando una rivista. Poter occupare del tempo con queste attività non può che far del bene al vostro umore.

Andando sempre di corsa si fnisce per lasciarsi sempre dietro qualcosa ed è come se nella testa avessimo lasciato dei “file”aperti. Prendere in mano le cose lasciate indietro vi darà subito la sensazione di compiutezza e soddisfazione.

Fondamentale è imparare a prevenire lo stress. Createvi obiettivi realizzabili e procedete a piccoli passi. Questo vi aiuterà a sentirvi più realizzati e contrinìbuirà a sentirvi sereni nel lungo termine. Avere un obiettivo è importante, non l’obiettivo stesso.

Una cosa da non tralasciare sono gli affetti spesso sacrificati per stanchezza. Rispondere ad una telefonata o ad un messaggio in modo svogliato allontana parenti ed amici. Prendetevi il giusto tempo per un saluto o una chiacchierata in tranquillità. Poter interagire con le persone in modo sereno dedicargli tempo è necessario per la vostra armonia.

Pensare positivo

Se ti chiedessi : con quale tipo di persona preferisci passare il tuo tempo? Sicuramente non risponderesti “con una persona scontrosa, apatica, pessimista che vede solo il lato nero delle cose, che si lascia abbattere dai problemi per essere compatita, che si limita a criticare le idee degli altri senza averne mai di proprie”.

Credo che risponderesti “con una solare, allegra, ottimista, brillante, propositiva, capace di affrontare i problemi con un atteggiamento positivo e costruttivo”. La risposta è  abbastanza scontata.

A nessuno piace stare in compagnia di persone negative, semplicemente perché queste ultime trasmettono delle emozioni depotenzianti che  “succhiano” energia e contagiano “negativamente” lo stato d’animo di chi sta loro attorno.

pensiero positivo

Per lo stesso motivo, è bello circondarsi di persone che hanno un atteggiamento mentale positivo: la loro gioia, il loro entusiasmo, la voglia di fare e di affrontare la vita con serenità creano un’atmosfera dalla quale vorremmo farci contagiare.

Purtroppo non sempre questo ci riesce. Nella vita ci sono situazioni in cui non riusciamo a dare il massimo, situazioni che affrontiamo con l’approccio sbagliato e che ci buttano giù. In effetti è impossibile essere sempre positivi al 100%: questo vorrebbe dire non avere la percezione dei problemi, della realtà. Continuare a ripetere che tutto andrà bene e poi non fare niente per cambiare le cose non vuol dire essere positivi, ma essere incoscienti!

La persona positiva è quella che si rende conto della situazione difficile, decide di non subirla passivamente e si mette in moto per modificarla. È la persona che ha consapevolizzato di avere risorse straordinarie e ha deciso di utilizzarle per affrontare la situazione.